Recap: Sleepy Hollow (1×05) – “John Doe”


Ultima puntata per questa nuova serie TV prima di una breve pausa (che sarà lunghissima per i fan) di due settimane. Inutile dire che anche i miei recap si prenderanno una pausa, a meno che non decida di inventarmeli (e non sarebbe una cattiva idea).

  • La puntata ha tutte le carte in regola per essere quella che darà la svolta all’intera prima stagione. Purtroppo non la ritengo la migliore e non la ritengo migliore della precedente, ma questa secondo me sarà la puntata chiave.
  • La puntata parte con la misteriosa scoperta di un bambino, che parla inglese medioevale e che presenta i tratti di una malattia sconosciuta quali l’annerimento delle vene. La malattia che porta il bambino contagerà buona parte della popolazione di Sleepy Hollow provocando morti velocissime.
  • La provenienza del bambino, tale Roanoke, una delle prime colonie in cui si stanziarono gli inglesi, ora scomparsa, diventa pretesto per alcuni flashback e lezioncine di storia da parte di Ichabod. Ecco, queste lezioncine, io le trovo ottime. Contribuiscono a contestualizzare la trama della puntata in una maniera per nulla prolissa nè noiosa.
  • E qui veniamo al punto forte della puntata. Ichabod verrà contagiato dalla malattia portata dal bambino e, in una esperienza di pre-morte, vedrà la moglie che inizierà ad avvertirlo su qualche evento nefasto, senza però riuscire a finire la frase. Ci siamo. Forse è proprio qui che la pruima stagione deve arrivare e forse è proprio su questa parte mancante che si concentreranno le prossime puntate.
  • E, dopo ben quattro puntate di assenza e dopo che proprio in questo episodio abbiamo conosciuto il Cavaliere dell’Apocalisse “Pestilenza”, ritorna, nelle battute finali, il Cavaliere senza Testa (preferisco chiamarlo così piuttosto che “Morte”). Ci siamo, siamo quasi al giro di boa, dalla prossima puntata si incomincia a fare VERAMENTE sul serio.

Voto: 7,5

Recap: Sleepy Hollow (1×04) – “The Lesser Key of Solomon”


Dopo la notizia del rinnovo di questa serie per una seconda stagione, i miei recap non vanno in vacanza, ma anzi, a maggior ragione, sarà una tradizione da portare avanti!

  • Puntata molto bella e molto tesa, azzarderei dire la migliore tra le quattro andate in onda successivamente al buonissimo “Pilot” e allo stallo comunque godibile del secondo e terzo episodio.
  • Finalmente abbiamo qualche vero assaggio di trama orizzontale, con la scoperta di chi è il demone che hanno visto le due sorelle anni prima. Tale Moloch, oltre ad essere disegnato in maniera spaventosa (nel senso che pur essendo un giocattolone un po’ fa paura), sembra un cattivo per l’intera serie costruito molto molto bene.
  • La puntata scorre bene con pochi fronzoli inutili, questa volta ci si dimentica un po’ della vena comica per mettere tantissima carne al fuoco per i futuri sviluppi della trama.
  • Tra le cose che più apprezzo in questa serie vi sono i riferimenti storici, soprattutto alla gurra di Indipendenza. Non sono messi lì a caso, hanno un ottima presa e sono grandiosi per contestualizzare l’intera trama.
  • L’attrice che interpreta Jenny, tale Lyndie Greenwood, mi piace particolarmente, così come mi piace la naturale contrapposizione con la sorella Abbie. Ho come il presentimento che presto ci lascerà però e non sarebbe di certo una bella cosa.

Voto: 7/8

Recap: Sleepy Hollow (1×03) – For the Triumph of Evil


Ormai lo sapete che cosa sto facendo con alcune delle serie che seguo, quindi non è necessario che vi spieghi ancora una volta dove vuole andare a parare questo post. E come al solito ecco i punti su cui mi piace soffermarmi di questa terza puntata di “Sleepy Hollow”.

  • Altra puntata prettamente verticale, dopo un episodio pilota che spiegava la trama di fondo ed un secondo episodio che spiegava come sarebbero state strutturate grosso modo le puntate a venire.
  • Stavolta il mostro di puntata è Sandman, o meglio, il demone dei sogni Ro’kenhrontyes, che infesta i sogni delle persone che hanno chiaramente fatto qualcosa di sbagliato, o di cui dovrebbero pentirsi, nel corso della propria vita. Qui il mostro è disegnato bene, mi è piaciuto e si è rivelato moderatamente inquietante.
  • L’intera puntata si basa praticamente sul rapporto tra le sorelle Abbie e Jenny e sul demone visto più di dieci anni prima in un bosco. Ci viene spiegato perchè le due non si parlano da moltissimo tempo e soprattutto perchè solo una delle due è finita in un ospedale psichiatrico. Il finale di puntata ci dà qualche spunto per un prossimo sviluppo della trama orizzontale.
  • Nel complesso la puntata si è mantenuta sui livelli della puntata precedente. Per ora l’episodio pilota rimane insuperato. Essere costanti per una serie è una cosa ottima, non da tutti. Si ha però la sensazione che a breve verranno sparate alcune cartucce molto interessanti e che ci si stia preparando proprio a questo. Starà alla produzione non sparare queste cartucce troppo tardi, per non fare stufare gli spettatori che amano le trame orizzontali.

Voto: 6/7

Recap: Sleepy Hollow (1×02) – “Blood Moon”


Andata in onda la seconda puntata di Sleepy Hollow ed eccoci qui, di nuovo, pronti per il recap, che spero riuscirà a diventare un appuntamento fisso (compatibilmente con l’uscita dei sottotitoli, perchè senza non riesco a seguire benissimo la lingua inglese). Per adesso vi regalo anche in questo link il recap della prima puntata, nel caso ve lo foste perso.

Come la scorsa volta, breve elenco di ciò che è andato bene, ciò che è andato meno bene e ciò che è andato male:

  • Si parte subito con la presenza di un caso di puntata, annunciato dalla defunta moglie di Ichabod in sogno. Come detto già la scorsa volta, per far affezionare il pubblico la componente verticale nelle puntate sarebbe stata fondamentale. Io non ne vedevo una via buona per realizzarlo, gli sceneggiatori ce l’hanno fatta.
  • Misteri, tensione e componenti fantascientifiche/esoteriche sono costruiti con una certa tensione, che viene spesso inframezzata da battute ironiche atte a stemperarla.
  • Potrebbe sembrare quasi alla lontana una nuova versione di “Supernatural”, con la differenza che in questa serie vi sono moltissimi riferimenti al passato dei personaggi principali e la mitologia a cui si affida è già ben radicata e ben chiara (mentre in Supernatural ci è voluto  un po’ per capire dove andasse a parare).
  • La protagonista del caso di puntata è Selina di Abbadon, una strega bruciata al rogo, credibile come personaggio cattivo e molto presente in scena, con scene horror che non credevo sarebbero state realizzate così bene per una serie tv.
  • Il Cavaliere senza Testa si è preso una settimana di vacanza, dato che non si è per nulla visto in questa puntata. Defezione fatta però in favore del “Poliziotto col collo staccato” (da ora in poi lo chiamerò così), morto nel finale della scorsa puntata e clamorosamente resuscitato (da chi? Da che cosa?). Inspiegabile come tutta la polizia di Sleepy Hollow non si sia accorta della improvvisa scomparsa del suo corpo (ma ci sta, siamo in un telefilm, la realisticità può andare a puttane in qualunque momento), come spalla del cattivo per questa stagione potrebbe funzionare più che bene.
  • Leggero passo indietro a livello di interesse per questa puntata rispetto alla scorsa, giustificato dal voler tentare di far ritornare il maggior pubblico possibile. Per ora la scelta paga, avendo la serie finora per solo un milione e mezzo di ascoltatori rispetto alla premiere.

Voto: 6/7

Recap: Sleepy Hollow (1×01) – “Pilot”


Inizio con questo articolo una cosa che già era nei miei progetti quando decisi di creare il blog, ma, per vari motivi, con il blog nato in un periodo in cui molte delle serie che seguivo si trovavano già a metà stagione, non ho mai tentato di iniziare. Quello che vorrei fare è tentare di prendere qualche serie tv (non tutte quelle che seguo, un paio dire) ed analizzarle episodio per episodio.

Ovviamente da qui in poi si sta facendo tantissimo SPOILER.

Sleepy Hollow
(setrie TV, stagione 1)
Rete Americana: FOX
Creatore: Alex Kurtzman, Roberto Orci, Phillip Iscove, Len Wiseman
Cast: Tom Mison, Nicole Beharie, Orlando Jones, Katia Winter
Genere: Thriller, Fantasy

Su questa serie avevo abbastanza dubbi devo dire. Eppure visto l’episodio pilota ne sono rimasto abbastanza affascinato. Di lavoro da fare ce n’è e di dubbi da sciogliere ce ne sono, visto che è sempre bene non giudicare una serie dal solo episodio pilota, ma se il suo proseguimento saprà essere all’altezza del pilota, penso che saremo davanti ad una buonissima serie.

La serie vede Ichabod Crane, il protagonista de “Il mistero di Sleepy Hollow” (reso celebre dal film di Tim Burton), catapultato nel nostro tempo, 250 anni dopo la sua morte, proprio nella cittadina di Sleepy Hollow. Assieme a lui arriverà anche il Cavaliere senza testa chje inizierà a perseguitare alcuni abitanti della cittadina.

L’episodio parte proprio con la narrazione della morte di Ichabod, avvenuta durante una battaglia tra lui stesso e un cavaliere, a cui luit, in punto di morte, taglierà la testa. Subito dopo il buon Ichabod risorge, ma si ritrova proprio a Sleepy Hollow. Questo flashback, usato come espediente narrativo, sarà poi ripreso lungo tutto l’episodio, attraverso continui flashback che riporteranno al rapporto di Ichabod con la moglie e faranno salire a galla alcuni misteri.

Ora, nel recap io non voglio tanto concentrarmi sul raccontare per filo e per segno la trama, ma tenere a mente alcuni punti. Questo episodio, come episodio introduttivo funziona perchè:

  • Il personaggio di Ichabod è intrigante, ironico, elegante, spaesato, come è normale che sia. Inoltre l’attore che lo interpreta, tale Alex Kurtzman, ha quell’accento elegante che rimanda molto con la testa all’epoca fine-settecentesca.
  • Ci vengono presentati subito i personaggi principali, mentre un paio di essi vengono già fatti fuori senza molti giri dal Cavaliere Senza Testa.
  • La costruzione di questo episodio, con flashback rievocativi ed esplicativi, contribuisce in una buona maniera a creare la giusta tensione. Tensione che a volte verrà stemperata dall’ironia del protagonista.
  • Ci vengono subito presentati anche alcuni misteri: gli abitanti di Sleepy Hollow che però ne sono maggiormente coinvolti sono giusto quelli che moriranno subito. I misteri tra l’altro sono “biblici”, riguardano i Cavalieri dell’Apocalisse, in particolare il Cavaliere della Morte (e si sa i misteri biblici tirano un sacco. O almeno tirano me!)
  • Gli ascolti dell’episodio si sono attestati intorno ai 10 milioni di telespettatori che sicuramente caleranno già dal secondo episodio. Sarà necessario aggiungere una componente verticale alle trame e non puntare solo sull’orizzontalità, altrimenti gli spettatori se ne andranno prestissimo e la serie non avrà futuro. E purtroppo in questo pilota non ho visto molti spunti per creare qualcosa di verticale, vedremo cosa hanno preparato gli sceneggiatori.
  • Sulla scena finale ho fatto proprio un bel saltino. Vi dò un aiutino. Nei film horror se c’è una cosa che mi fa veramente paura sono le scene allo specchio. Giungete alle vostre conclusioni.

Voto: 7,5